logo
Recapiti e Orari della Sede
Corso Cavour, 50/B
62100 MACERATA (MC)
Tel. 0733 231349
Fax. 0733 232197
Orari Ufficio:
09:00-20:00 (continuato)
dal Lunedì al Venerdì
Contatti Segreteria:
merlini.e.associati@libero.it
Dove Siamo →
Studio Legale Merlini e Associati | Danni causati da fauna selvatica: Cassazione a favore della responsabilità della Regione
La Cassazione a favore della responsabilità della Regione per danni causati da fauna selvatica. Caso patrocinato dall'Avvocato Renzo Merlini di Macerata
17051
post-template-default,single,single-post,postid-17051,single-format-standard,ajax_updown,page_not_loaded,,qode_grid_1300,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-11.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-6.10.0,vc_responsive

Danni causati da fauna selvatica: Cassazione ancora a favore della responsabilità della Regione

incidente stradale causato da fauna selvatica risarcimento danno studio legale merlini associati di macerata

Danni causati da fauna selvatica: Cassazione ancora a favore della responsabilità della Regione

La Cassazione ancora a favore della responsabilità della Regione per i danni cagionati dalla fauna selvatica.

Il 1° luglio 2020, il Tribunale di Ancona accoglieva l’appello proposto dalla Regione Marche riformando la sentenza del giudice di primo grado la quale, per contro, riconosceva oltre alla legittimazione passiva dell’Ente, anche la sua responsabilità per il risarcimento danni provocati dalla collisione di un veicolo con un cinghiale.

Ai fini di far valere la propria pretesa risarcitoria, il proprietario dell’auto, patrocinato dall’ Avv. Renzo Merlini, adiva la Sesta Sezione Civile della Corte di Cassazione che, in data 14/06/2022, concludeva per l’accoglimento delle sue istanze.

Conformemente ai precedenti orientamenti della giurisprudenza di legittimità, la Corte ha cassato la sentenza del Tribunale di Ancona, accogliendo i motivi del ricorso e rinviando al Tribunale di Ancona, in persona di diverso magistrato, la decisione della controversia, nonché la liquidazione delle spese del giudizio di legittimità.

La Corte ha ribadito l’applicabilità ai fini del risarcimento del danno, non l’art. 2043 c.c. ma piuttosto l’art. 2052 c.c., in quanto: “da un lato, il criterio di imputazione della responsabilità previsto da tale disposizione si fonda sul non dovere di custodia, ma sulla proprietà o, comunque, sull’utilizzazione dell’animale e, dall’altro, le specie selvatiche protette ai sensi della L. n. 157/1992 rientrano nel patrimonio indisponibile dello Stato e sono affidate alla cura e alla gestione di soggetti pubblici in funzione della tutela generale dell’ambiente e dell’ecosistema” (Cass. 14 giugno 2022 n. 28664)

Il vantaggio che ne deriva da questa scelta applicativa comporta sia un’agevolazione dell’onere probatorio a carico del conducente che una maggiore certezza circa la possibilità di ottenere un adeguato ristoro.

Lo Studio Legale Merlini & Associati da qualche anno rappresenta i proprietari dei veicoli incidentati in questo genere di controversie e, guadagnando un importante successo professionale, dimostra di essere in grado di tutelare efficacemente il cittadino, anche nei confronti della P.A.