logo
Recapiti e Orari della Sede
Corso Cavour, 50/B
62100 MACERATA (MC)
Tel. 0733 231349
Fax. 0733 232197
Orari Ufficio:
09:00-20:00 (continuato)
dal Lunedì al Venerdì
Contatti Segreteria:
merlini.e.associati@libero.it
Dove Siamo →
Studio Legale Merlini e Associati | Anatocismo, Tassi Usurai e Addebiti Illeciti su Conto Corrente
Sentenza di Restituzione dell'Indebito per Tassi Usurai e di Ulteriori Addebiti Illeciti su Conto Corrente verso cliente assistito dall'Avv. Renzo Merlini
16600
post-template-default,single,single-post,postid-16600,single-format-standard,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-11.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

Anatocismo, Tassi Usurai e Addebiti Illeciti su Conto Corrente

anatocismo e usura bancaria

Anatocismo, Tassi Usurai e Addebiti Illeciti su Conto Corrente

Come Studio Legale siamo specializzati anche in Contenziosi Bancari.
Recentemente, per un nostro cliente, con la Sentenza n. 308/2020 pubbl. il 07/04/2020 RG n. 3603/2009, abbiamo ottenuto la Restituzione dell’Indebito per Tassi Usurai e di Ulteriori Addebiti Illeciti su Conto Corrente.
Il cliente in questione, difeso dall’Avv. Renzo Merlini, si rivolgeva al Giudice del Tribunale di Macerata al fine di vedersi riconoscere i seguenti elementi:
  • l’Anatocismo sui rapporti di Conto Corrente Bancario,
  • il Superamento della Soglia di Usura
  • e l’Illegittima Applicazione della Commissione di Massimo Scoperto,

così da ottenere la restituzione delle somme indebitamente corrisposte alla Banca convenuta.

A seguito di Consulenza Tecnica, il Giudice ha ordinato la Sostituzione del Tasso Effettivamente Applicato con quello legale, ritenendo fondata la domanda di parte attrice circa l’accertamento della illiceità dell’applicazione della capitalizzazione trimestrale degli interessi passivi, ritenendo inoltre fondata la domanda di accertamento della illegittima applicazione delle commissioni di massimo scoperto per applicazione di spese e provvigioni non pattuite.
Il Giudice adito ha dunque sancito il diritto alla restituzione della somma complessiva pari a € 58.431,64 (comprensiva di maggiori interessi passivi corrisposti, interessi anatocistici, minori interessi attivi corrisposti, commissioni di massimo scoperto, interessi anatocistici su importi non riconosciuti e spese addebitate illegittimamente).